La giardia nel gatto

Giardia nel gatto

Cos’è la giardia?

La giardia è un’infezione intestinale che può contagiare l’uomo e gli animali, ed è causata da un microscopico parassita protozoico “Giardia duodenalis” (noto anche come G. intestinalis o G. lamblia).

La giardia è una semplice specie parassitaria unicellulare, non è un “verme”, o un batterio o un virus. Vi sono sette genotipi, da A a G: i gatti sono più comunemente infettati da F, mentre gli esseri umani dal genotipo A e B con E e F riportati raramente.

Il parassita si trova in tutto il mondo ed è infatti una causa comune di “diarrea del viaggiatore” nelle persone. Gli appassionati di attività all’aperto che inavvertitamente consumano acqua contaminata possono sviluppare “febbre da castoro”, che è un altro nome per la giardia nelle persone.

Altri esempi di parassiti protozoici che possono causare una malattia enterica (intestinale) sono Coccidi, Cryptosporidi e Toxoplasma.

Le infezioni da giardia nei gatti sono indubbiamente più comuni di quelle riconosciute o diagnosticate negli esseri umani.

Come vengono infettati i gatti dalla giardia?

Un gatto viene infettato dalla giardia dopo aver ingerito lo stadio cistico del parassita. Una volta all’interno dell’intestino del gatto, la cisti passa attraverso la trasformazione al “trofozoite” o forma di alimentazione dell’organismo e si attacca alla parete intestinale per nutrirsi.

Se sono presenti numeri sufficienti, si svilupperanno segni clinici di danno alla parete intestinale. I trofozoiti si riproducono dividendosi e alcuni si trasformano nella forma cistica.

Alla fine il gatto passa le cisti infettive nelle sue feci. Queste cisti sono immediatamente in grado di infettare un altro animale. La giardia può essere trasmessa mangiando o annusando le cisti da terreni contaminati o bevendo acqua contaminata.

La malattia è relativamente rara nei gatti adulti sani. La probabilità di sviluppare una malattia aumenta quando un gran numero di cisti è presente nell’ambiente dalla contaminazione fecale.

È più comune nei gattini e nei gatti anziani ed è un evento comune nei gruppi di gatti che si trovano in un allevamento o in un negozio di animali o in un rifugio. È stato dimostrato che i gattini versano più cisti di Giardia nelle loro feci rispetto ai gatti più anziani.

giardia-gatto

Quali sono i segni clinici della giardia?

Questi parassiti microscopici si attaccano alla parete intestinale e causano una diarrea acuta e improvvisa, di cattivo odore. L’infezione da giardia nei gatti può portare a perdita di peso, diarrea intermittente cronica e feci grasse. Le feci possono variare da morbide ad acquose e spesso presentano una sfumatura verdastra che occasionalmente può contenere sangue.

I gatti infetti tendono ad avere un eccesso di muco nelle feci. In alcuni casi può verificarsi anche vomito. I segnali possono persistere per diverse settimane e la perdita graduale di peso può diventare evidente.

La maggior parte dei gatti non ha febbre, ma potrebbe essere meno attiva. La malattia non è solitamente pericolosa per la vita ma può essere più grave nei gattini o nei gatti anziani o nei gatti con un sistema immunitario che è stato danneggiato da infezioni da virus dell’immunodeficienza felina (FIV) o da virus della leucemia felina (FeLV) o altre malattie gravi.

Molti cani e gatti saranno portatori asintomatici, senza mai sviluppare alcun segno di malattia. È più probabile che gli animali giovani presentino segni clinici.

Come viene diagnosticata la giardia?

Un test di flottazione fecale di routine potrebbe non riuscire a rilevare queste minuscole cisti, che sono sparpagliate nelle feci e che spesso richiedono una soluzione di flottazione di solfato di zinco speciale per il rilevamento.

Se il veterinario sospetta la giardia, potrebbe analizzare un campione di feci per valutare la presenza di antigeni specifici della giardia (proteine ​​cellulari).

Alcuni test di giardia sono disponibili in clinica, mentre altri test richiedono l’invio a un laboratorio di riferimento.

Molti casi sono presuntivamente diagnosticati sulla base della storia medica e dei segni clinici tipici della giardia.

giardia-gatto

 

Qual è il trattamento per la giardia?

Il fenbendazolo e il metronidazolo sono i farmaci più usati per uccidere la giardia. Questi farmaci possono essere molto amari, quindi sono spesso prodotti in forma di compressa, ma al fine di ottenere la dose corretta per i gatti la compressa deve spesso essere divisa, esponendo così il contenuto amaro.

Per facilitare la somministrazione di questi farmaci, le farmacie veterinarie possono prepararle in formule aromatizzate che mascherano l’amarezza. Il trattamento viene effettuato per via orale per 5-7 giorni.

Questi due farmaci possono essere usati da soli o in associazione. La combinazione dei due farmaci viene generalmente somministrata a gatti con diarrea refrattaria (diarrea che non ha risposto al trattamento).

Può essere necessario un trattamento di supporto con altri farmaci, come terapia supplementare se la disidratazione o la diarrea grave sono ancora persistenti.

Il tuo veterinario ti aiuterà a determinare quale corso di trattamento è migliore per il tuo animale.

Poiché le cisti della giardia sono immediatamente infettive quando vengono trasferite nell’ambiente, le feci devono essere rimosse e smaltite rapidamente. Gli animali infetti dovrebbero essere lavati regolarmente per rimuovere le cisti dal manto.

Qual è la prognosi per la giardia?

La prognosi è buona nella maggior parte dei casi. Gli animali debilitati o geriatrici e quelli con sistema immunitario indebolito sono a maggior rischio di complicazioni, inclusa la morte.

Tutti gli animali con diagnosi di giardia devono essere sottoposti a un nuovo test dopo due, quattro settimane dal completamento del trattamento.

 

 

Il mio gatto può passare un’infezione da giardia a me o alla mia famiglia?

La giardia è un l’infezione parassitaria intestinale molto comune, e si, in effetti, potrebbe essere trasmessa dal gatto all’uomo: questo avviene molto raramente, vi consigliamo solo di fare molta attenzione alle forniture idriche dalle quali bevete che potrebbero essere la causa del contagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi